Centro per la cura delle Patologie Prostatiche

Centro per la cura delle Patologie Prostatiche

L’attività dell’Unità Operativa di Urologia diretta dal Dott. Angelo Cafarelli pone particolare attenzione alla diagnosi e alla cura delle patologie della prostata. L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) e il carcinoma prostatico vengono trattate attraverso le tecniche meno invasive e tecnologicamente più avanzate attualmente disponibili. Tra le dotazioni tecnologiche di ultima generazione di cui si avvale l'équipe di Urologia della Casa di Cura Villa Igea per il trattamento della patologia prostatica, si riscontrano in particolare:

.  il Robot Da Vinci Si HD

.  la Risonanza magnetica prostatica con diffusione e spettroscopia con colina

.  HoLEP Laser ad Holmio 120w

Il personale medico e infermieristico di reparto e di sala operatoria ha sviluppato una particolare competenza nell’approccio alle patologie prostatiche in ogni loro aspetto, ponendo al centro delle proprie attività il paziente con affezioni a carico dell’apparato genitale, in particolare della prostata.

Il Centro per la Cura delle Patologie prostatiche ha accumulato esperienza significativa in una serie di interventi chirurgici mini-invasivi e di procedure diagnostiche finalizzate al trattamento di dell'ipertrofia prostatica benigna e del carcinoma prostatico. Grazie a questa esperienza il personale medico-chirurgico del Centro ottenuto, e continua a ottenere, risultati scientifici apprezzati a livello internazionale. 

Ponendo al centro dell’ attenzione il paziente con patologia prostatica, ulteriore aspetto sviluppato presso l’urologia di Villa Igea è il counseling andrologico e infermieristico. Ogni paziente sottoposto ad intervento per patologia prostatica esegue presso il centro di Ancona un consulto andrologico e infermieristico dedicato. 

Tutti i pazienti sottoposti ad intervento di prostatectomia radicale robotica, oltre al follow-up oncologico vengono sottoposti ad uno specifico iter di riabilitazione andrologica post-operatoria che permette loro di riprendere un’attività sessuale dopo l’intervento robotico. Un andrologo in un ambulatorio specialistico dedicato accompagna il paziente operato nel percorso di ripresa della funzione erettile attraverso una serie di strategie terapeutiche e comportamentali.